I'm sorry Mr Trump , it's time to go home!!


Ci sono eventi nella vita che non si scordano, che rimangono indelebili nella mente delle persone; ci sono cose, eventi, sensazioni che rimangono nella testa per tutta la vita.

Io, ad esempio, dell'assalto a Washington aizzato ( assurdo dirlo, figuriamoci scriverlo ) dal presidente uscente degli Stati Uniti d'America ricorderò per sempre quella terribile bandiera confederata che veniva sventolata all'interno di Capitol Hill !

Per chi non conoscesse il significato della bandiera confederata, è la bandiera sudista a 13 stelle di chi difendeva la schiavitù dei neri durante la guerra civile statunitense e di chi affermava e testimoniava la superiorità dei bianchi sui neri.

Dopo aver visto sui media di tutto il mondo la morte di George Floyd , ascoltando le sue ultime parole " I can't breathe" mai e sottolineo MAI avrei voluto vedere una bandiera così profondamente razzista nel palazzo simbolo della democrazia Americana e mai avrei voluto sentire le parole del presidente Trump, aizzare la folla davanti a dei presunti brogli elettorali che gli hanno tolto il potere che tanto rivendica.

La sua postura al leggìo durante il comizio, la sua faccia di sfida, il suo entourage che incitava alla lotta, hanno portato ad una guerriglia civile che ha causato la morte di cinque persone. Cinque vite perse a causa di un uomo troppo egoista ed egocentrico per potersi fermare davanti ad un paese che non lo ha più scelto. Il solito registro oserei dire dopo che alle presidenziali del 2016 ( anno che ha visto vincere Trump sulla Clinton ) denunciava, ovviamente sempre su twitter, dei brogli sui voti popolari .

Questa incapacità di riconoscere la sconfitta o la sua totale supremazia, questa necessità di raccogliere consensi dai suoi seguaci come di un bambino quelli della mamma e questo suo aizzare gli stessi con violenza contro il senato stesso pur di sentirsi ancora vittorioso, cancella immediatamente ed indelebilmente quel che di buono ha fatto durante il mandato. Il colpo di grazia poi, me lo ha dato un suo tweet in cui scriveva "remember this day forever!"

Eh no mr president.. questa volta è troppo : it's time to go home!






26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti